Grazia.it BLOGGER WE WANT YOU

Quando ho letto di questa iniziativa sul sito di Grazia, ho iniziato a pensare a quale blog dare la mia preferenza. Poi mi sono fermata un attimo ed ho capito che anche io sono una blogger. Ed ora mi ritrovo qui a scrivere seduta sul divano di casa mia alla vecchia maniera, con carta e penna, pensieri e sensazioni che più tardi tramuterò in un post.

 Non è semplice spiegare chi sono, ma ci proverò, sperando che queste poche righe facciano emergere i sentimenti che mi hanno spinto qualche mese fa ad aprire un blog.

Mi chiamo Monica, vivo al momento nella piccola Siena, la cittadina toscana del Palio, dove mi sono trasferita per motivi di lavoro e che, talvolta, sento un po’ troppo stretta per me, per quello che sono diventata negli anni. Sono laureata in  Economia ed ho fatto un Master in Economia e Banca, tutti studi che apparentemente hanno poco a che vedere con il mondo della moda e con tutto ciò che può rappresentare il mio blog.

Ho scoperto i fashion blog pochi mesi fa, quando girellando per il web, cercavo consigli su come vestirsi, su come abbinare i capi, dove comprarli etc. Soprattutto, cercavo aziende che mi proponessero capi prodotti in Italia e non trovavo nessun blog che mi accontentasse in questo senso. Alcuni mi sembrava proponessero cose immettibili, eccessivamente stravaganti, non adatti alla vita di tutti i giorni di una ragazza “normale”, altri eccessivamente costosi. E quasi mai ho trovato outfit “Made in Italy”.

Premetto col dire che la moda mi affascina tutta, perchè è una forma d’arte ed io adoro l’arte di tutti i paesi, ma la mission del blog è quella di elogiare l’imprenditore italiano che produce in Italia. Ho scelto di promuovere il Made in Italy, perchè non sopporto che in un periodo di crisi economica come quella attuale, anche grandi marchi trasferiscano la produzione all’estero, impoverendo il nostro paese. Allora il mio blog nasce per apprezzare chi nonostante le difficoltà ha deciso di “restare in Italia”.

Mi ha dato l’impulso decisivo all’apertura del blog una passeggiata a Lecce, dove sono rimasta colpita da tutte quelle botteghine di artigiani che producevano sandali in pelle e cuoio stupendi ed ho capito che queste abilità, capacità e questa dedizione vanno premiate. E’ solo il lavoro che può dare forza e dignità ad un paese. Spero che un giorno questo blog possa diventare un contenitore di notizie, dove chiunque che ha voglia di scoprire calzature o borse o abiti prodotti in Italia, possa farlo con un clic.

Infine, termino dicendo che le pagine di Grazia che seguo di più sono: IT fashion, IT sfilate e IT beauty.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*